home
Giornate FAI di Primavera
pubblicato in data
16.03.2018
 
 

Archivio Storico dell’Ordine Mauriziano
presso l’Ospedale Umberto I di Torino

In occasione delle Giornate di Primavera FAI a Torino, tra i luoghi da visitare, sarà aperto l’Archivio Storico dell’Ordine Mauriziano che si trova all’interno dell’Ospedale Mauriziano Umberto I (con ingresso da corso Turati 46), dove le visite guidate saranno a cura dei ciceroni del nostro Liceo:

Daniele Cagnazzo, Lorena e Sara Cavuoti, Nicoletta Chianale, Giulia Curcio, Beatrice D'Agostino, Chiara Destefanis, Virginia Ermondi, Elena Gervasio, Marco Giordano, Lorenzo Gozzi, Alessandro Marise, Claudia Martelli, Costanza Mondo, Elena Murcio, Francesco Mussino, Elisabetta Padovani, Stefano Parrinello, Gaia Peloia, Lorenzo Perboni, Adriana Scatolone, Eugenio Trovato.

Saranno visitabili anche la biblioteca e la Sala Consiliare attigui.

Tutte le classi, i loro insegnanti, i genitori e tutto il personale sono invitati a partecipare all'iniziativa.

Per informazioni rivolgersi alla prof.ssa Rosanna Mogetta.

 

Orari di apertura

Sabato 24 marzo 2018
ore 10.00 - 18.00
Domenica 25 marzo 2018
ore 10.00 - 18.00

 

L’Archivio Storico dell’Ordine Mauriziano, collocato al piano nobile dell’edificio principale dell’Ospedale affacciato su corso Turati, conserva la documentazione prodotta dall’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro, o a questa pervenuta nel corso dei secoli a seguito di conferimenti, cessioni, donazioni e lasciti testamentari finalizzati all’esercizio dell’attività ospedaliera e assistenziale.

Il patrimonio storico presente nell’Archivio, secondo solo all’Archivio di Stato di Torino per tipologia e ricchezza della documentazione, spazia da pergamene medievali a bolle e documenti pontifici, da alberi genealogici corredati da simboli e stemmi araldici a documenti di nomina a cavaliere, da registri di atti deliberativi ad atti notarili, mappe, carte augustane, disegni, cabrei e fotografie d’epoca. Ma il fondo è ricco anche di materiali per la storia della disciplina medica, per la trasformazione nelle tecniche agrarie, per la diffusione dell’istruzione.

Articolo La Stampa, 15 marzo 2018 (pdf)